La dottrina logistica e la sua importanza nelle guerre di ieri e di oggi
RAINERO Romain H. BIAGINI Antonello  a cura; saggi di Francesco GUIDA Romain H. RAINERO Danilo VENERUSO Massimo DE-LEONARDIS Fernando FRATTOLILLO Luigi GOGLIA Nicola DELLA-VOLPE Maria Gabriella PASQUALINI Marco CUZZI Aldo Alessandro MOLA Fortunato MINNITI Lucio CEVA Simona COLARIZI Ferruccio BOTTI Pierluigi BERTINARIA Alberto ROVIGHI Filippo STEFANI Jans PETERSEN Giorgio GIORGERINI Alberto SANTONI Mariano GABRIELE Giovanni DI-LORENZO Baldassarre CATALANOTTO e Cesare FALESSI Andrea CURAMI, L'Italia in guerra. Il secondo anno - 1941. Aspetti e problemi. COMMISSIONE ITALIANA DI STORIA MILITARE. ROMA. 1992 - STABILIMENTO GRAFICO MILITARE. GAETA. 1992 pag 524 8°  presentazione di Amm. Div. Renato SICUREZZA, componenti comitato d'onore e comitato scientifico, note cronologia cartine grafici tabelle. [La dottrina logistica e la sua importanza nelle guerre di ieri e di oggi. 'Da un punto di vista teorico, il termine "logistica" indica una disciplina tipicamente manageriale (o branca dell'arte militare) in realtà sempre esistita ma nata con autonoma fisionomia solo dopo Napoleone e Clausewitz, il cui padre è Jomini (1837). (...) In sede storica, i pur numerosi accenni all'importanza della logistica hanno spesso assunto un aspetto generico, rituale e obbligato, senza tradursi in una concreta e coerente metodologia. Si è troppo spesso trascurato che accanto a una dottrina strategica e tattica esiste dal 1873 in poi anche una dottrina logistica non scindibile dal contesto strategico, e da studiare e valutare in un quadro globale. Si è quasi sempre omesso - anche nel caso della divisione "binaria" del 1937-1938 - di valutare gli organici prima di tutto dal punto di vista logistico, per individuare l'effettivo grado di autonomia e capacità operativa di ciascuna unità e di ciascun Comando. L' 'histoire-bataille', più che tale, è diventata mera 'histoire des operations' e ha rinunciato a una chiave interpretativa di prim'ordine per pervenire a un giudizio tendenzialmente oggettivo sull'efficienza dell'organismo militare in un dato momento (che non può essere ristretta a numero e qualità di armi e mezzi ma comprende anche moduli e criteri di funzionamento e alimentazione) e per individuare le matrici primarie di avvenimenti o decisioni strategiche che altrimenti non possono essere esattamente inquadrate nel contesto generale di una Campagna. La logistica è il filtro indispensabile per giudicare la qualità e la concreta praticabilità di una strategia, ma non ci insegna certo ad alimentare un'illusione oggi meritatamente tramontata, che cioè la storia possa essere guidata o determinata dalla scienza. Ciò non toglie che di tutte le discipline militari è la logistica quella che più si avvicina alla scienza e alle scienze esatte e quella che più risente del progresso tecnologico. Al tempo stesso, un approccio logistico alla storia militare fa venire alla luce lo stretto legame intercorrente tra fattori materiali e morali, oltre che tra qualità della logistica e qualità dell'organizzazione militare nel suo complesso. Tutto questo vale per le Forze Armate di ogni tempo, e non solo per quelle di oggi: non corrisponde perciò alla realtà storica l'affermazione che la prima guerra mondiale - o la seconda - dimostrano l'importanza del supporto logistico, importanza già ben viva e presente ad esempio in quel perfetto strumento di guerra che era la Legione romana e nelle "guerre di Gabinetto" del secolo XVIII, che in larga parte si risolvevano nell'attacco e nella difesa di magazzini e linee di alimentazione. In questo senso, il salto di qualità indubbiamente avvenuto in campo logistico con la "guerra industriale" estende la problematica logistica e ne aumento il peso, ma non accresce più di tanto l'importanza - sempre esistita - dei fattori che la compongono e la natura del loro rapporto con la strategia, o meglio con la capacità effettiva di movimento che della strategia è l'essenza' (pag 291-293) [Ferruccio Botti, Problemi logistici del secondo anno di guerra  - Aspetti interforze] [ISC Newsletter N° 93] ISCNS93TEC [Visit the 'News' of the website: www.isc-studyofcapitalism.org]