Conferenza monetaria di Genova (1922)
NIVEAU Maurice CROZET Yves, Histoire des faits économiques contemporains. PUF. PARIS. 2000 ediz orig 1966 pag 847 16°  introduzione generale note tabelle grafici bibliografia indice nomi argomenti. ["La Conferenza monetaria internazionale che si tenne a Genova nel 1922 adottò un certo numero di "risoluzioni" la cui nona stabiliva l'adozione del 'gold exchange standard'. Queste risoluzioni evidenziavano quattro punti essenziali: 1. "Il mantenimento del valore oro di una moneta deve essere assicurato da una riserva adeguata di beni che non sia necessariamente l'oro"; 2. Quando il progresso lo permetterà, alcuni paesi partecipanti potranno stabilire un mercato libero dell'oro e diventare così dei centri-oro; 3. I paesi partecipanti potranno, oltre alle loro riserve d'oro, detenere in altri paesi partecipanti degli averi sotto forma di depositi, di tratte, di effetti a corto termine e altre risorse liquide appropriate; 4. La 'convenzione' si baserà dunque su un 'gold exchange standard'. Questa convenzione alla quale si fa allusione non sarà mai firmata ma il sistema proposto funzionerà tra il 1922 e il 1930. Questo sistema aveva per primo obiettivo di economizzare l'oro il cui stock mondiale non era aumentato allo stesso ritmo dei prezzi nel corso della guerra del 1914-1918. Di conseguenza, si sperava di evitare gli effetti deflazionistici che un ritorno generale al sistema aureo ('gold standard', 'étalon-or', ndr) non avrebbe mancato di produrre" (pag 393)] [f. Biblioteca-1]  [Newsletter ISC, n° 57] (cod-57)