spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow NewsLetters arrow ISC Newsletter, No 22 - December, 2008
ISC Newsletter, No 22 - December, 2008 PDF Stampa E-mail

A.  Le iniziative pubbliche ed editoriali dell' Istituto di Studi sul Capitalismo, Genova.
---------
B.  Attività interna della Biblioteca e del Centro di Documentazione ISC.
  1.  Ultime acquisizioni in Biblioteca. (Selezione)
  2.  Ultime acquisizioni in Emeroteca. (Selezione)
  3.  Ultime recensioni librarie inserite nell' Archivio Bibliografico. (Selezione)
  4.  Libri antichi, rari, di pregio acquisiti in Biblioteca. (Selezione)
  5.  Archivio delle citazioni.
---------
C.  Comunicazioni e notizie varie.

 

A. Le iniziative pubbliche ed editoriali dell' Istituto di Studi sul Capitalismo, Genova.

- Iniziative editoriali.
Volumi realizzati con il concorso dell' Istituto di Studi sul Capitalismo, Genova:

- BADARELLO Rodolfo, Cronache politiche e movimento operaio del savonese, 1850-1922, EDIZIONI PANTAREI. MILANO. 2008, pag XXII 454 Euro 15.0, indice illustrazioni prefazione prefazione alla 1° edizione, note, appendice: elenco dei segretari della Camera del Lavoro di Savona e del suo Circondario Elenco delle Società Operaie e di Mutuo Soccorso, Cooperative di Lavoro e di Consumo nominate nel testo, Fonti essenziali del libro indice nomi

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
B.  Attività interna della Biblioteca e del Centro di Documentazione ISC.

1. Selezione dei libri acquisiti in Biblioteca.

1.  AMORÓS Miguel, Durruti dans le labyrinthe. EDITIONS DE L' ENCYCLOPEDIE DES NUISANCES. PARIS. 2007 pag 124 8°  nota dall' editore sigle organizzazioni politiche e sindacali cronologia (pag 10-15) cartina note; traduzione dallo spagnolo di Jaime SEMPRUN ("...Il clima delle relazioni tra i dirigenti anarchici e lo Stato comincia a cambiare: la CNT e la FAI volevano mostrarsi "responsabili", e i loro dirigenti diedero delle garanzie di buona volontà collaboratrice. In Catalogna, accettarono di sciogliere il Comitato centrale delle milizie allo scopo di ridare credito e legittimità alla Généralité, ma ben evidentemente ciò non spinge per adesso nessun governo europeo a fornire delle armi...")

2. BEEVOR Antony, La guerra civile spagnola. (Tit.orig.: The Battle for Spain) RCS RIZZOLI. MILANO. 2006 pag 590 8°  introduzione foto note partiti politici, gruppi e organizzazioni, sigle fonti ringraziamenti bibliografia (pag 541-559) cartine indice nomi; traduzione di Enzo PERU ("...Con 20.000 perdite inflitte ai nazionalisti contro soltanto 5.000 repubblicane, lo slogan "Resistere è vincere" ebbe finalmente un senso. La tragedia, tuttavia, fu che anche in questa fase finale della guerra i dirigenti repubblicani non impararono la lezione e continuarono ad attribuire più importanza ai motivi politici e propagandistici anziché a quelli dell' efficienza militare...")

3.  BENNIGSEN A. LEMERCIER-QUELQUEJAY C., L' Islam en Union Soviétique. PAYOT. PARIS. 1968 pag 263 8°  prefazione all' edizione francese prefazione di Geoffrey E. WHEELER note tabelle cartine bibliografia indice nomi argomenti località ("...In effetti l'Islam è, più del cristianesimo ortodosso, una religione collettivista autoritaria la cui dottrina è obbligatoria per l' insieme dei credenti e che tende ad estendere le sue direttive e i suoi giudizi a tutti i domini della vita sociale e privata. Nell' Islam non c'è distinzione tra il temporale e lo spirituale e la confusione tradizionale tra i due poteri comporta la socializzazione di tutte le manifestazioni della vita pubblica e privata...")

4.  BESSE Jean-Pierre PENNETIER Claude, Juin 40. La négociation secrète. Les communistes francais et les autorités allemandes. LES EDITIONS DE L' ATELIER. PARIS. IVRY SUR SEINE. 2006 pag 208 8°  ringraziamenti introduzione note documenti foto illustrazioni cronologia bibliografia indice nomi ("...Appare difficile sapere di più su questi militanti liberati dai tedeschi. In effetti, alla Liberazione o dopo, quando si tratta di redigere la propria biografia o raccontare i propri ricordi, è più facile affermare che si è evasi più che riconoscere che si sia stati liberati dai tedeschi. Sia quel che sia, ci sono ben stati dei comunisti liberati dai tedeschi, ma meno numerosi senza dubbio di quanto contava la direzione nel quadro dei suoi negoziati con i tedeschi...")

5.  CHAMBARLHAC V. DURY M. HOHL T. MALOIS J., testi riuniti e presentati da, La Maison socialiste. Histoire documentaire du Parti Socialiste. Tome 2, 1921-1940. EUD - EDITIONS UNIVERSITAIRES DE DIJON. DIJON. 2005 pag 386 8°  foto illustrazioni documenti; anatomia del gruppo parlamentare (tabelle) (pag 169-187) appendice: biografie cronologia (1921-1940) indice nomi cartine (cartografia del socialismo) ("...'Nous ne nous associerons pas à leur tactique d'exaspération des nationalismes coloniaux sous le prétexte de communisme. Nous ne pousserons pas à des révoltes armées des indigènes qui ont pour contrecoup inévitable des incidents de guerre dans lequels, des soldats, nos frères trouvent la mort'...")

6.  DUGUET Raymond, Un bagne en Russie rouge. BALLAND. PARIS. 2004 ediz orig 1927 pag 286 8°  prefazione di Nicolas WERTH introduzione, note ("...Nel momento del pericolo creato dalla armate bianche, Bronstein, detto Trotsky, arruolò a forza ciò che restava degli ufficiali del vecchio esercito, dicendo che sapeva chiaramente che questi ufficiali non potevano avere alcuna simpatia per ciò che chiamava la causa del proletariato, egli li obbligava a servire nell' Armata Rossa, al fine far rendere al massimo le loro conoscenze nel dominio delle cose militari, a profitto della Grande Rivoluzione in pericolo. Tra gli ufficiali, numerosi furono quelli che servirono coscienziosamente...")                              

7.  GIBELLI Antonio, Il popolo bambino. Infanzia e nazione dalla Grande Guerra a Salò. GIULIO EINAUDI. TORINO. 2005 pag 412 8°  ringraziamenti elenco abbreviazioni introduzione: 'Bimbi d' Italia, giovani esploratori, balilla', note foto illustrazioni indice nomi ("...Il mito del "morire giovani" aveva assunto una particolare pregnanza in contesti demografici come quello inglese in cui il tasso di mortalità era da tempo in continua discesa, sicché la morte era sempre più esclusivamente associata alla vecchiaia e la morte giovane era divenuta un' autentica rarità: tutto al contrario che nella demografia d' ancien régime. La morte del combattente era dunque potuta apparire morte bella anche perché era, contro l' esperienza corrente, una morte giovane...")

8. IMPRENTI Fiorella, Operaie e socialismo. Milano, le leghe femminili, la Camera del lavoro (1891-1918). FRANCO ANGELI. MILANO. 2007 pag 293 8°  prefazione dei Andreina DE-CLEMENTI introduzione note tabelle illustrazioni foto indice nomi ("...'Coll' approvazione della legge Turati-Kuliscioff la donna farà un passo gigantesco verso la propria redenzione; vivendo una vita meno opprimente, meno esauriente, essa potrà educarsi, potrà istruirsi, potrà formarsi una coscienza civile, potrà seguire il corso straripante delle nuove, nobili, feconde idee e allora si renderà strumento di servaggio a poderoso coefficiente di redenzione'...")

9.  MARX Karl ENGELS Frederick, a cura di Richard ENMALE, The Civil War in the United States. INTERNATIONAL PUBLISHERS. NEW YORK. 1937 pag XXV 325 8°  note esplicative e introduzione di Richard ENMALE appendice (indirizzi dell' International Workingmen's Association al presidente Lincoln e Johnson) note esplicative indice biografico nomi indice argomenti; 'Marxist library. Works of Marxism - Leninism', volume XXX  ("..."I giornali americani influenzati da McClellan stanno dando largo spazio alla teoria dell' avvolgimento "anaconda". Secondo questa teoria un' immensa linea di eserciti avvolge la ribellione, stringendo gradualmente il cerchio fino a strangolare il nemico. Questa è pura fanciullagine. Questa è una rimasticatura del cosìddetto "sistema della cintura" (cordon system, cintura di isolamento, ndr) concepita in Austria intorno al 1770, che fu impiegata contro i francesi dal 1792 al 1797 con grande ostinazione e con costante fallimento...")

10.  MUNIS Grandizo, Leçons d'une défaite, promesse de victoire. Critique et théorie de la révolution espagnole, 1930-1939. (Jalones de derrota: promesa de victoria, España 1930-39) EDITIONS SCIENCE MARXISTE. MONTREUIL-SOUS-BOIS. 2007 pag XLII 582 8°  abbreviazioni e sigle prefazione dell' editore profilo biografico di G. Munis, note allegati cronologia cartine, elenco governi del Fronte Popolare (1936-1939), indice delle cartine e illustrazioni indice nomi indice biografico dei nomi citati ("...Munis s'oppose également au courant d' Andréis Nin et Juan Andrade qui, à la fin de 1935, fusionne avec le catalaniste Bloque Obrero y Campesino de Joaquín Maurín pour former le POUM, parce que cette fusion signifie à ses yeux l' abandon des principes révolutionnaires...")

11. NATALIZI Marco, Il caso Cernysevskij. BRUNO MONDADORI. MILANO. 2006 pag 104 8°  note ("...Cernysevskij era sicuramente disposto a condividere alcune posizioni dello slavofilismo: la sua critica al capitalismo occidentale e la denuncia delle sofferenze portate dalla proletarizzazione delle campagne. Ma da avvicinarlo agli slavofili era soprattutto la loro richiesta di conservare e rafforzare la comune agraria (...).
Le simpatie di Cernysevskij per il movimento slavofilo, tuttavia, finivano qui...")

12. PAXTON Robert O., Il fascismo in azione. Che cosa hanno veramente fatto i movimenti fascisti per affermarsi in Europa. MONDADORI. MILANO. 2005 pag 329 8°  prefazione introduzione note bibliografia ragionata (Saggio bibliografico) (pag 295-324) indice nomi; traduzione di Alessio CATANIA; Collana 'Le Scie' ("...Il carattere composito del governo fascista era ancora più evidente in Italia. Rientrato dall' esilio, lo storico Gaetano Salvemini ricordava la "dittatura dualistica" del duce e del re. Alberto Aquarone, eminente studioso dello stato fascista, ha sottolineato le tensioni e le "spinte centrifughe" che Mussolini si trovò ad affrontare in un regime che, "a quindici anni dalla marcia su Roma", presentava ancora "numerosi tratti derivanti direttamente dall' antico Stato liberale". Di "forze contrastanti" e di "contrappesi" parlano due esperti tedeschi del fascismo italiano...")

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
2. Selezione degli articoli o saggi apparsi su periodici, riviste e giornali censiti in Emeroteca.

1.  BASEVI Paolo, Le prime tre lettere di Engels a Cafiero., SOCIETA', RIVISTA TRIMESTRALE, LEONARDO,, FIRENZE, ROMA, N° 4  DICEMBRE 1951, pag 644-663, SOCI-1951.4.

2.  BOUVIER-AJAM Maurice BRUHAT Jean CHESNEAUX Jean COGNIOT Georges LABERENNE Paul LEVY Jacques MEIER paul BELINGER Jean ROSSAT-MIGNOD Suzanne WILLARD Claude, Das Eigene und das Fremde (by Alfred Kurella); L' actualité de Proudhon. Ouvres choisies (by Proudhon); L' atheisme (by Henri Arvon); The Problem of Free Will (by Tamas Foldesi); Visioni della giustizia e senso comune (by Luigi Bagolini). (Les livres, Philosophie), LA PENSÉE, REVUE.

3.  ENRIQUES AGNOLETTI E., Carlo e Nello Rosselli. 8 giugno 1937 - 8 giugno 1977., IL PONTE, RIVISTA DI POLITICA ECONOMICA E CULTURA FONDATA DA PIERO CALAMANDREI,, FIRENZE, N° 4-5 30 APRILE 31 MAGGIO 1977, pag 379-384, PONTE-1977.4-5.

4.  FONZI Paolo, La politica petrolifera del Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale. (Note critiche), STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE DELL' ISTITUTO GRAMSCI,, BOLOGNA, N. 1 GENNAIO-MARZO 2007, pag 267-277, STST-2007.1.

5.   FOURASTIE' J., La population active francaise. (Aspects de l' économie francaise, Numéro Spécial), REVUE D' HISTOIRE DE LA DEUXIEME GUERRE MONDIALE, PRESSES UNIVERSITAIRES DE FRANCE,, PARIS, N° 57 JANVIER 1965, pag 5-19, DEUXIEME-1965.57.

6.    HOBSBAWM E. J., La diffusione del marxismo (1890-1905)., STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE, ISTITUTO GRAMSCI EDITORE,, BOLOGNA, N. 2 MARZO-APRILE 1974, pag 241-269, STST-1974.2.                            

7.   LIEBERTHAL Kenneth, Preventing a War Over Taiwan., FOREIGN AFFAIRS,, NEW YORK. N° 2, MARCH-APRIL 2005, pag 53-64, FORAFF-2005.2.

8.  NICOLAEVSKY B., Toward a history of "The Communist League", 1847-1852., INTERNATIONAL REVIEW SOCIAL HISTORY, VERLAG DETLEV AUVERMANN, REPRINT 1976, AMSTERDAM, 1956 pag 234-252, IRSH-1956.

9.  PALMER G.L., Employment Expansion and Population Growth - the California Experience, 1900-1950 (by Gordon), THE AMERICAN ECONOMIC REVIEW, THE JOURNAL OF THE AMERICAN ECONOMIC ASSOCIATION,, MENASHA, WISCONSIN, N° 4 SEPTEMBER 1955, pag 721-, AER-1955.4.


10.  RENONDEAU G., Le Japon dans la guerre., REVUE D' HISTOIRE DE LA DEUXIEME GUERRE MONDIALE, PRESSES UNIVERSITAIRES DE FRANCE,, PARIS, N° 39 JUILLET 1960, pag 47-61, DEUXIEME-1960.39.

11. STATERA G., Un classico della ricerca sulle comunicazioni di massa., LA CRITICA SOCIOLOGICA, RIVISTRA TRIMESTRALE DIRETTA DA FRANCO FERRAROTTI, ROMA, N° 8 INVERNO 1968-69, pag 56-74, CRISO-1968-69.8.

12. SWEEZY A., The Great Crash, 1929 (by Galbraith)., THE AMERICAN ECONOMIC REVIEW, THE JOURNAL OF THE AMERICAN ECONOMIC ASSOCIATION,, MENASHA, WISCONSIN, N° 4 SEPTEMBER 1955, pag 716-724, AER-1955.4.

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
3. Selezione delle recensioni inserite in Bibliografia.

1. ANDRIANI Silvano, L' ascesa della finanza. Risparmio, banche, assicurazioni: i nuovi assetti dell' economia mondiale. DONZELLI. ROMA. 2006, pag XII 258 Euro 14 ("...Ma la finanziarizzazione non può essere liquidata come una sorta di escrescenza parassitaria sul corpo dell' economia reale, poiché essa ha in realtà origini lontane. A determinarne la forte accelerazione nell'ultimo quarto di secolo è stato certo il prevalere delle ideologie e delle politiche "neo-liberiste" accompagnato dalla tumultuosa e crescente globalizzazione...")

2. BARBA NOVARETTI Giorgio VENABLES Anthony J. e altri, Le multinazionali nell' economia mondiale. IL MULINO. BOLOGNA. 2006, pag 240 Euro 18.50 ("...Il dibattito sulle multinazionali si fonda raramente su argomentazioni economiche: non vi è una chiara comprensione né di che cosa siano né delle ragioni che possano giustificare atteggiamenti positivi o negativi nei loro confronti. Il libro offre risposte a domande sul perché un' impresa decide di diventare multinazionale...")

3.  BERLIN Leslie, The Man Behind the Microchip: Robert Noyce and the Invention of Silicon Valley. OXFORD UNIV. PRESS. NEW YORK. 2005, pag XI-402 $30.00 ("...Questa biografia, scritta in stile chiaro e scorrevole, tanto da non far apparire il meticoloso lavoro di documentazione su cui si basa, fornisce un' importante contributo anche dal punto di vista della storia della Fairchild Semiconductor Corporation, l' impresa fondata e diretta da Noyce, e dei primi anni della Intel Corporation...")

4.  BROADBERRY Stephen and HARRISON Mark a cura, The Economics of World War I. CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS. NEW YORK. 2005, pag XVI-345 $80.00, grafici tabelle figure  ("..."In ultima istanza, l' economia ha determinato l' esito" della prima guerra mondiale. Il primo degli obiettivi di questa raccolta di saggi è di convincere gli scettici di questa argomentazione esposta nell' introduzione. Il secondo è di mostrare come i costi della guerra si trascinarono ben oltre il momento in cui tacquero i cannoni...")


5.  CANNARI Luigi D'ALESSIO Giovanni, La ricchezza degli italiani. MULINO. BOLOGNA. 2006, pag 129 Euro 8.80 ("...In Italia - che pure non è tra i Paesi con più elevata disuguaglianza - i 10 individui più ricchi posseggono più risorse economiche dei circa 3 milioni di individui più poveri...")

6. DAVEZIES Laurent, La République et ses territoires. La circulation invisible des richesses. SEUIL. PARIS. 2008, pag 113 Euro 10.5 ("...L' esempio della  Seine-Saint-Denis è il più eclatante. Migliaia di quadri e di impiegati vengono qui a lavorare ogni mattina e ripartono ogni sera ma spendono i loro salari in luoghi di residenza che sono certamente più attraenti. Inversamente l' 85 % dei redditi di Mentone, cittadina celebre per la bellezza del suo panorama e la dolcezza del clima, giunge sotto forma di pensioni d' anzianità o di vecchiaia, di salari statali e di altri trasferimenti che irrigano l' economia locale...")                               

7.  DEL-BOCA Angelo, A un passo dalla forca. BALDINI CASTOLDI DALAI. MILANO. 2007, pag 290 euro 17.50,  DEL-BOCA intervistato da FIORI Simonetta ("...Per corrispondere con il suo nemico, Graziani usa il mezzo più rapido: lancia le lettere da bordo degli aeroplani. Il 6 giugno, insieme alle missive, fa recapitare sulla casa del capo arabo anche un paio di bombe. Al metodo barbarico replica un dignitosissimo Fekini: «Noi consideriamo la vostra maniera di corrispondere con il tramite dei bombardieri come una provocazione che non è degna di uno Stato civile e di personaggi illustri. Noi siamo veri uomini, abituati alla guerra, uomini che preferiscono una morte onesta a una vita umiliante»...")

8.  DOSTALER Gilles, Keynes et ses combats. ALBIN MICHEL. PARIS. 2005, pag 544 Euro 28, Bibliotheque Albin Michel de l' histoire ("...Gli uomini politici chiedevano volentieri consigli a Keynes ma spesso poi non lo ascoltavano. Keynes si oppose senza successo alle disposizioni del trattato di Versailles che tendevano a rovinare il popolo tedesco. Lottava contro la rigidità dei tassi di cambio che conduceva l' economia inglese alla recessione. Lottava infine contro il "laisser-faire", forma estrema di liberalismo che affidava ai soli uomini d'affari l' economia, e militava per un intervento dello Stato...")

9.  KINDLEBERGER Charles P., I primi del mondo. Come nasce e come muore l' egemonia delle grandi potenze. DONZELLI EDITORE. ROMA. 2003, pag 351 Euro 22, nuova edizione rilegata; Collana: saggi, storia e scienze sociali; traduzione di Maria BAIOCCHI ("...Negli ultimi quattro secoli, lungo il percorso dell' espansione mondiale dell' economia capitalistica, numerosi paesi hanno prima raggiunto e poi perduto la supremazia economica. Su quali basi materiali fu costruito il loro primato? Quali fattori culturali, sociali e istituzionali lo resero possibile? E quali furono le ragioni del loro declino? Attorno a questi grandi interrogativi Charles Kindleberger, storico ed economista tra i maggiori della nostra epoca, ha elaborato una ricostruzione storica di eccezionale ampiezza ed erudizione...")

10.  MORRIS Charles R., Crack. Come siamo arrivati al collasso del mercato e cosa ci riserva il futuro. ELLIOT. ROMA. 2008, pag 304 Euro 17.50, Introduzione di SPAVENTA Luigi ("...Partendo dalle teorie economiche degli anni Settanta, fino alla bolla speculativa del nuovo millennio, l'autore analizza come le crescenti complessità dei prodotti finanziari e lo scarso controllo da parte delle istituzioni abbiano portato la situazione al punto di rottura: trecentottanta miliardi di dollari in perdite già subite e calcolate da Bloomberg, più circa centosettanta previsti a carico di banche e finanziarie entro il 2009 secondo la stima di Meredith Whitney della Oppenheimer & Co...")

11. ODIFREDDI Piergiorgio, Incontri con menti straordinarie. LONGANESI. MILANO. 2006, pag 396 Euro 16.60 ("...Odifreddi presenta qui le riflessioni e i pensieri di maestri della ricerca che hanno vinto il premio Nobel nell' economia, nella chimica, in medicina, biologia, fisica o la medaglia Fields nella matematica. Fra essi, ci sono tutti i vincitori italiani viventi, da Rita Levi Montalcini a Renato Dulbecco, da Carlo Rubbia a Enrico Bombieri e Riccardo Giacconi. Tra gli economisti spiccano le interviste con Kenneth Arrow, Paul Samuelson e Amartya Sen...")

12. SCHILDT Axel SIEGFRIED Detlef a cura, Between Marx and Coca-Cola: Youth Cultures in Changing European Societies, 1960-1980. BERGHAHN BOOKS. NEW YORK. 2006, pag VI-424 $85.00 ("...Negli anni 1960 e 1970, l' "età aurea" (E. Hobsbawm) dell' Europa occidentale, emerse una nuova consapevolezza della gioventù, che dette a questa fase un suo carattere distintivo. Il volume cerca di andare oltre la facile assimilazione tra cultura giovanile e americanizzazione, cercando invece di mostrare l' intrecciarsi delle tendenze internazionali con le tradizioni nazionali...")

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
4. Selezione dei libri rari, antichi, di pregio acquisiti in Biblioteca.

1.  GUIZOT Francois P.G., Méditations sur l' état actuel de la religion chrétienne. MICHEL LEVY FRERES, LIBRAIRES EDITEURS. PARIS. 1866 pag XIV 376 8°  elenco opere autore prefazione, note ("...Il progresso del materialismo è evidente: progredisce nel mondo dei sapienti e nel mondo degli ignoranti, nel nome di studi scientifici e delle propensioni plebee...")

2.  KAUTSKY Carlo, Il programma socialista. Principi fondamentali del socialismo. I. La rovina dell' impresa. II. Il proletariato. III. La classe capitalistica. IV. Lo Stato futuro. V. La lotta di classe. SOCIETA' EDITRICE AVANTI!. MILANO. 1914 pag 288 16°  avvertenza degli editori prefazione dell' autore alla prima edizione italiana (1908), prefazione alla prima edizione tedesca (1892), prefazione alla quinta edizione tedesca (1904) 'Marxismo e revisionismo. La piccola impresa nell' evoluzione economica', tabelle, Seconda edizione italiana, con correzioni, aggiunte e un nuovo proemio dell' Autore; nota del traduttore
("...Così, in tutti i grandi Stati europei, le spese militari (nelle quali deve computarsi anche la maggior parte dei debiti dello Stato) si trovano lanciate, in quest' ultimo ventennio, ad un'altezza addirittura vertiginosa. Lo Stato diviene sempre più costoso, i suoi pesi sempre più opprimenti. I capitalisti e i grandi proprietari fondiari cercano, naturalmente, dovunque sia in loro mano la macchina legislativa, di scaricare i pesi, per quant'è possibile, addosso alle altre classi della popolazione. Ma da queste si trova sempre meno da cavare; onde avviene altresì che, malgrado tutti gli stratagemmi dei signori sfruttatori, il loro plusvalore debba necessariamente subire sempre maggiori falcidie da parte dello Stato...")

3.  TASCA Angelo, Socialismo e fascismo. EDITO DAL PARTITO SOCIALISTA ITALIANO. PARIS. 1938 pag 36 8°  prefazione note ("...La "missione" del proletariato tende a ricondurre nel mondo quella esigenza dell' universale e dell' umano, cui le altre classi si sottraggono. La società socialista e l' azione che vi conduce non possono essere concepite che sub specie philosophiæ, ossia, in termini concreti, sub specie generis humani. La classe operaia vale per il potenziale di filosofia, cioè di umanità di cui dispone...")

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
5. Dall' archivio delle citazioni:


1. "E' errata l' affermazione che la fede concerna verità di fatto e non verità di ragione. Ogni verità di ragione importa verità di fatto, e quella non meno di questa si converte in fede, quando si accoglie e si serba il risultato senza il processo che l' ha prodotto. Certo: perché il momento della fede è per l' appunto quello in cui si cessa dal ragionare e si sta all' autorità del già ragionato o di chi ha ragionato" (Benedetto Croce)

2. "La ricetta del buon divulgatore ha due regole fondamentali: 1. "non dire spropositi di forma e di sostanza" 2. "non pretendere di dar fondo all'universo scrivendo su un foglio quotidiano... ossia esporre un solo concetto"" (Luigi Einaudi)

3.  "Volontà e intelletto sono una sola e medesima cosa" (Baruch Spinoza)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
C. Comunicazioni e notizie varie.


L' Emeroteca mette a disposizione dei ricercatori  i principali settimanali politici ed economici internazionali. A richiesta può fornire l' indice della rivista o l'articolo che interessa nel formato scanner (free on demand).

Per informazioni scrivere a:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

Cerca nel sito

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB