spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow NewsLetters arrow ISC Newsletter, No 18 -June - July - August, 2008
ISC Newsletter, No 18 -June - July - August, 2008 PDF Stampa E-mail

A.  Le iniziative pubbliche ed editoriali dell' Istituto di Studi sul Capitalismo, Genova.
---------
B.  Attività interna della Biblioteca e del Centro di Documentazione ISC.
  1.  Ultime acquisizioni in Biblioteca. (Selezione)
  2.  Ultime acquisizioni in Emeroteca. (Selezione)
  3.  Ultime recensioni librarie inserite nell' Archivio Bibliografico. (Selezione)
  4.  Libri antichi, rari, di pregio acquisiti in Biblioteca. (Selezione)
  5.  Archivio delle citazioni.
---------
C.  Comunicazioni e notizie varie
.

 

A.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
B.  Attività interna della Biblioteca e del Centro di Documentazione ISC.

1. Selezione dei libri acquisiti in Biblioteca.

1.  BELLOC Hilaire, Le génie militaire du Duc de Marlborough. (The Tactits and Strategy of the Great Duke of Marlborough) EDITIONS DE LA NOUVELLE REVUE CRITIQUE. PARIS. 1934 pag 221 8°  cartine militari, traduzione dall' inglese da parte del Comandante RINON; Bibliotheque d' histoire politique, militaire et navale ("...Une habile stratégie ne consiste pas seulement à essayer de faire une manoeuvre enveloppante qui est de bonne science militaire - ceci est à la portée de tout le monde. Mais elle réside dans son heureuse exécution, de la fatigue des hommes, de la qualité et de l' espèce de ses troupes, et de tous les facteurs qui entrent en jeu...").

2.  BERLIERE Jean-Marc LIAIGRE Franck, Liquider les traîtes. La face cachée du PCF 1941-1943. ROBERT LAFFONT. PARIS. 2007 pag 511 8°  elenco opere autori, avvertenza foto postfazione post-scriptum (rapporto di Marcel Servin sull' esecuzione di Mathilde Dardant) allegati: cronologia, Le azioni del distaccamento Valmy, elenco delle cronologie e degli organigrammi, note e referenze (pag 391-469) bibliografia (pag 473-480) indice nomi ringraziamenti ("..."Perché queste menzogne e queste false spiegazioni della sparizione, laboriosamente ricostruite? Non lo so ma una cosa sembra chiara: se l' esecuzione di Mathilde Dardant fosse stata giustificata davanti al Partito (provocatrice, poliziotta, ecc), non c'era nessun bisogno per il Partito di costruire tante false piste"...").

3.  BIANCIARDI Luciano, Da Quarto a Torino. Breve storia della spedizione dei Mille. FELTRINELLI EDITORE. MILANO. 1960 pag 204 8°  cartine note illustrazioni foto; Collana 'I fatti e le idee' ("...Ma in generale i Mille furono uomini maturi: un buon quarto di loro avevano passato i trentacinque anni, non pochi sfioravano i cinquanta. Centossessanta erano bergamaschi, centocinquantasei liguri, settantadue di Milano, cinquantanove di Brescia, cinquantotto di Pavia (studenti in buona parte), quarantasei del meridione d' Italia, soprattutto calabresi. Sessantotto di Livorno, con alla testa Andrea Sgarallino, aspettavano d' imbarcarsi a Piombino, dov'erano giunti su di un peschereccio, l' Adelina, ma persero l' appuntamento...").

4.  DERRIDA Jacques, Spectres de Marx. L' Etat de la dette, le travail du deuil et la nouvelle Internationale. EDITIONS GALILEE. PARIS. 1993 pag 279 8°  nota introduttiva note
 ("...Geld, Geist, Geiz: come se il denaro (Geld) fosse sia all' origine dello spirito (Geist) e dell' avarizia (Geiz). 'Im Geld liegt der Ursprung des Geizes' ("Nel denaro sta l'origine dell'avarizia..."), disse Plinio citato da Marx ...").

5.  FAST Howard, Il cittadino Tom Paine. OVERSEAS EDITIONS, INC. NEW YORK. 1943 pag 341 16° ("...Il giorno di Natale nel cuore della notte, Washington effettuò letteralmente l'impossibile. Il suo esercito andava disgregandosi come sabbia bagnata, ed egli capì chiaramente che il suo piano prestabilito di ritirarsi sempre più verso l' ovest, anche al di là delle montagne, se era necessario, evitando una battaglia in campo aperto con gli inglesi, non era più possibile. Dopo essere stato sbaragliato e sconfitto ripetutamente, era giunto alla conclusione che il meglio che potesse fare era non di combattere una guerra di battaglie ma una guerra di spazi...").

6. GODIO Julio  a cura; saggi di SOMMI Luis V. ALLENDE Andres R. PEREZ AZNAR A. BECERRA Olegario MIGNONE Emilio F. CUNEO Dardo RATZER José GHIANO Juan C. PAYRO Julio R. BABINI José RODRIGUEZ BUSTAMANTE N. ETCHEPAREBORDA Roberto, La revolucion del 90. GRANICA EDITOR. BUENOS AIRES. 1974 pag 202 16°  prefazione note, bibliografia a cura di Roberto ETCHEPAREBORDA (pag 171-202); Colección Claves de Historia Argentina, diretta da Julio GODIO ("...I socialisti tedeschi del 'Vorwärts' proseguivano i loro ordinari lavori. Sul giornale, diretto da Juan Schaffer, di mestiere zappatore, apparvero gli articoli firmati dall' ingegnere Germán Avé Lallement, nei quali l' autore, intravvedeva, attraverso il metodo di analisi attinto dalla sua filiazione marxista, gli aspetti prevalenti dello svolgimento storico argentino...").                               

7.  KALICHEVSKY Vladimiro A., Biografia del petrolio. (Tit.orig.: From Oil-Well to Engine) GHERARDO CASINI EDITORE. ROMA. 1952 pag 337 8°  premessa (pag 9-52) traduzione e note di V. DAMIANI-LUGARO, ringraziamenti prefazione dell' autore introduzione cartina foto grafici glossario bibliografia recente americana sul petrolio indice nomi argomenti; Collana La Nave d'Ulisse ("...E' un fatto ormai accertato che una differenza di soli 13 punti nel numero di ottani, rese possibile la sconfitta della Luftwaffe da parte della Royal Air Force (RAF) verso la fine del 1940. Questa differenza, apparentemente così lieve, è sufficiente a fornire ad un aeroplano un margine vitale in altitudine, rispetto all'avversario, una velocità di innalzamento e di manovrabilità che materializzano esattamente la differenza tra la vittoria e la sconfitta...").

8.  MAUKE Michael, a cura di Kaje HEYMANN Klaus MESCHKAT Jürgen WERTH, La teoria delle classi nel pensiero di Marx ed Engels. (Tit.orig.: Die Klassentheorie von Marx und Engels) JACA BOOK. MILANO. 1973 (ediz orig 1970) pag 161 8°  nota di edizione note poscritto di Klaus MESCHKAT (pag 145-150) indice nomi nota di traduzione bibliografia (pag 155-161); traduzione di Claudio PAPINI; Collana 'Saggi per una conoscenza della transizione' ("...Si forma "una nuova specie di parassiti nella forma di progettatori, di fondatori e di direttori puramente nominali"; Marx la chiama la parte divenuta "parassitaria" della borghesia che, separatasi dalla sfera della creazione reale di plusvalore, incarna una "particolare classe": "Con la crescita della ricchezza organica cresce la classe dei capitalisti finanziari...").

9.  REED John PRICE Morgan Philips RANSOME Arthur RHYS WILLIAMS Albert, Cronache e dispacci dalla Rivoluzione d' Ottobre. EDIZIONI PANTAREI. MILANO. 2007 pag XXII 553 8°  nota editoriale, profili biografici degli autori, introduzione foto illustrazioni note annessi cronologia (pag 481-522) sigle e cartine cenni biografici indice nomi illustrazioni cartine ("...Se fosse prevalso quest'ultimo punto di vista, la rivoluzione russa si sarebbe fermata dove era giunta la Rivoluzione francese, quando i giacobini e altri individualisti estremi, dalla frase rivoluzionaria sempre pronta, avevano mandato alla ghigliottina i protocomunisti dell' epoca accusandoli della delittuosa richiesta di requisizioni alimentari e di un calmiere sui generi di prima necessità. Ma nell' estate 1918 in Russia i giacobini avevano di fronte un avversario assai più forte di quello che si erano trovati di fronte i loro predecessori francesi, e Lenin e Trotsky godevano di una base sociale ben più robusta di quella che aveva sostenuto Varlet, Jacques Roux e i capi delle "sezioni" parigine...").

10.  ROSSI Angelo VACCA Giuseppe, Gramsci tra Mussolini e Stalin. FAZI EDITORE. ROMA. 2007 pag 246 8°  premessa appendice: note indice nomi ("...Quanto Gramsci seguisse da vicino le vicende internazionali è documentato dai Quaderni, il cui sviluppo si basa su un' analisi originale della crisi del '29-32 che non solo contraddiceva la strategia del Comintern, ma si spingeva fino ad invalidare i paradigmi su cui esso era costruito...").

11. SALOMONE William, L' età giolittiana. (Tit. orig.: Italian Democracy in the Making. The Political Scene in the Giolittian Era, 1900-1914). FRANCESCO DE-SILVA. TORINO. 1949 ediz orig 1945 pag XXX 247 8°  introduzione di Gaetano SALVEMINI nota dell' editore foto illustrazioni note cronologia bibliografia (pag 215-247); collana "Maestri e compagni, Biblioteca di studi critici e morali" ("...7-11 maggio 1914, Settimana rossa, un movimento insurrezionale capeggiato da Enrico Malatesta e appoggiato da Mussolini scoppia in tutta l' Italia centrale, specialmente nelle Marche e in Romagna...").

12. VOVELLE Michel, a cura di Anna Maria RAO, La scoperta della politica. Geopolitica della rivoluzione francese. EDIPUGLIA. BARI. 1995 ediz orig 1992 pag XXXV 407 8°  prefazione di Anna Maria RAO, note cartine introduzione cartine tabelle grafici glossario indice nomi di persona e autori indice località; 'Mediterranea. Collana di studi storici diretta da Paolo MACRY Angelo MASSAFRA e Pasquale VILLANI ("...All' altra estremità dello scacchiere politico, su 'L'Ami du peuple' di Marat non abbiamo notizie altrettanto precise, anche se disponiamo di elementi e indizi sufficienti per ritenere che la sua diffusione sia prevalentemente parigina...")

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
2. Selezione degli articoli o saggi apparsi su periodici, riviste e giornali censiti in Emeroteca.

1.  CHOURY Maurice, Les liaisons de la Commune de Paris avec la province., LA PENSÉE, REVUE DU RATIONALISME MODERNE, PARIS, N° 132 MARS-AVRIL 1967, pag 83-95, PENSE-1967.132.

2.  DAVIS John, Oligarchia capitalistica e immobilismo economico a Napoli (1815-1860)., STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE, ISTITUTO GRAMSCI EDITORE,, BOLOGNA, N. 2 APRILE-GIUGNO 1975, pag 378-426, STST-1975.2.

3.  DEGLI INNOCENTI Maurizio, La guerra libica, la crisi del riformismo e la vittoria degli intransigenti., STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE, ISTITUTO GRAMSCI EDITORE,, BOLOGNA, N. 3 GIUGNO-LUGLIO 1972, pag 466-516, STST-1972.3.

4.  DUNAYEVSKAYA Raya, Studio della teoria dell' accumulazione di Rosa Luxemburg. (Problemi del nostro tempo), PROMETEO, REDATTORE ONORATO DAMEN,, MILANO, N° 2-3 GENNAIO 1961,, PROME-1961.2-3.

5.  FAUCCI Riccardo, L' imperialismo tardo-vittoriano: continuità o cambiamento qualitativo? (Opinioni e dibattiti), STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE, ISTITUTO GRAMSCI EDITORE,, BOLOGNA, N. 1 GENNAIO-MARZO 1971, pag 64-107, STST-1971.1.

6.  GADDA-CONTI G., Ancora sul "Grande romanzo americano"., LA CRITICA SOCIOLOGICA, RIVISTRA TRIMESTRALE DIRETTA DA FRANCO FERRAROTTI, ROMA, N° 5 PRIMAVERA 1968, pag 89-97, CRISO-1968.5.                              

7.  KORSCH Karl, La conception marxienne de la nature humaine selon V. Venable. (Chroniques du mois), LA REVUE INTERNATIONALE, REVUE MENSUELLE,, PARIS, N° 19 NOVEMBRE-DECEMBRE 1947, pag 218-222, REI-1947.19.

8.  LA-BRASCA Frank, Les répercussions de la révolution hongroise sur le Parti communiste italien., CAHIERS DU MOUVEMENT OUVRIER, CERMTRI, CENTRE D' ETUDES ET DE RECHERCHES SUR LES MOUVEMENTS TROTSKYSTES ET REVOLUTIONNAIRES INTERNATIONAUX,, PARIS, N° 32 OCTOBRE-NOVEMBRE 2006, pag 107-117, CMO-2006.32.

9.  MADUREIRA Nuno Luis, When the South Emulates the North: Energy Policies and Nationalism in the Twentieth Century., CONTEMPORARY EUROPEAN HISTORY, CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS,, CAMBRIDGE, VOL. 17 PART 1, FEBRUARY 2008 pag 1-21, CEH-2008.1.

10.  MEAD Walter Russell, Entente Infernale. How 300 Years of Anglo-French Rivalry Shaped the World. ("That Sweet Enemy", by Robert Tombs e Isabelle Tombs). (Reviews and Responses), FOREIGN AFFAIRS,, NEW YORK. N° 4, JULY-AUGUST 2007, pag 147-152, FORAFF-2007.4.

11. MORI Giorgio, Banche, industria e imperialismo nell' "età giolittiana". ("L' imperialismo industriale italiano: 1908-1915. Studio sul prefascismo, by Richard A. Webster) (Note critiche), STUDI STORICI, RIVISTA TRIMESTRALE, ISTITUTO GRAMSCI EDITORE,, BOLOGNA, N. 3 LUGLIO-SETTEMBRE 1975, pag 816-836, STST-1975.3.

12. SAI Mario, Imprese e lavoro nelle reti: molta tecnologia, poca innovazione. (Osservatorio), CRITICA MARXISTA, EDITORI RIUNITI,, ROMA, N° 5, SETTEMBRE-OTTOBRE 2004, pag 37-43, CRIMARX-2004.5.

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
3. Selezione delle recensioni inserite in Bibliografia.

1.  BAVAJ Riccardo, Von links gegen Weimar. Linkes antiparlamentarisches Denken in der Weimarer Republik. DIETZ. BONN. 2005, pag 535 Euro 38.0 ("...E' uno studio completo dalle idee della sinistra anti-parlamentare durante la Repubblica di Weimar. BAVAJ riporta le tesi dei principali esponenti e l'attività politica svolta dai vari Max ADLER, Karl KORSCH, Georg LUKACS, Johannes R. BECHER, Erich MÜHSAM, B. TRAVEN, Ernst TOLLER, George GROSZ, Kurt TUCHOLSKY, Carl von OSSIETZKY e da organizzazioni come KPD, il gruppo LEVI, ed il Leninbund ...").

2. FELICE D. a cura, Libertà, necessità e storia. Percorsi dell' Esprit des lois di Montesquieu. BIBLIOPOLIS. NAPOLI. 2003, pag 334 Euro 34,00 ("...Opera di straordinaria ricchezza e complessità, l' Esprit des lois (1748) di Montesquieu costituisce il primo grande affresco della moderna scienza della società e della politica, nonché un testo cardine del liberalismo e del costituzionalismo. Ne offre una valida e rinnovata testimonianza il presente volume ...").

3.  GORDON Stewart, When Asia Was the World. DA CAPO PRESS. CAMBRIDGE, MASS. 2007, pag 228 $26.00,  recensione di L.W. PYE ("...Le carovane che tennero unite le differenti parti dell' Asia erano grandi imprese di oltre mille persone e tremila animali. Le città capitali, Baghdad, Pechino e Delhi, erano più grandi e imponenti di ogni altra città europea dell' epoca. La vita di corte ai vari livelli degli imperi e regni era culturalmente e artisticamente sofisticata...").

4.  LEVY Adrian SCOTT-CLARK Catherine, Deception: Pakistan, the United States, and the Secret Trade in Nuclear Weapons. WALKER AND COMPANY. NEW YORK. 2007, pag 416 $26.95,  recensione di Lawrence D. FREEDMAN ("...la storia di come il Pakistan entrò in possesso della bomba atomica e distribuì questo segreto alla Corea del Nord, la Libia e l' Iran. Al centro della vicenda c'è la figura del terribile A. Q. Khan, che si impossessò dei segreti nucleari per caso mentre lavorava presso un consorzio nucleare europeo negli anni 1970 ed in seguito controllò sia i programmi nucleari nazionali del Pakistan che i suoi traffici nucleari esterni ...").

5.  MAIER Charles, Among Empires. American Ascendancy and Its Predecessors. HARVARD UNIVERSITY PRESS. CAMBRIDGE, MA. 2006, pag 374 $ 21.2,  recensione di HASSNER Pierre ("...eccellente storico dell' Europa contemporanea, autore di una grande opera sulla ricostruzione dell' Europa borghese, dopo la seconda guerra mondiale, e del miglior studio dedicato alla fine del regime nella Germania dell' Est, in questo libro con erudizione ed ampiezza di orizzonte ricerca le strutture ricorrenti degli imperi (dai Sumeri a Roma ecc.) attraverso la storia e i fattori della loro ascesa e del loro declino...").

6.   MORRIS Benny, Due popoli una terra. RIZZOLI. MILANO. 2008, pag 228 Euro 16.50, traduzione di DIDERO Daniele GIUSTI D. KATERINOV Ilaria, recensione di NIRENSTEIN Susanna ("...Il problema non sono gli insediamenti, secondo Morris. "La questione è un'altra: il conflitto non va visto solo come una questione territoriale, ma all'interno della lotta globale dell'islam radicale contro l'Occidente, che considera Israele un corpo estraneo, come è scritto nello statuto di Hamas"...").                             

7.  PASOLINI ZANELLI Alberto, Imperi II. Russia e Cina nel mondo degli americani. SETTE COLORI EDIZIONI. 2007, pag 300 Euro 18.0, Collana: Solitudini ("...Washington come la nuova Roma, il Secolo Americano che sfoci e si eternizzi in una Renovatio Imperii attraverso, una ristrutturazione permanente degli equilibri mondiali secondo i rapporti di forza del momento. Una strategia su cui il giudizio è evidentemente sospeso e sul successo o ripiegamento finiranno per pesare i due imperi superstiti del millennio trascorso: la Russia ancora lacerata, la Cina trionfante...").

8.  PASTRE' Olivier, La méthode Colbert ou Le patriotisme économique efficace. LIBRAIRIE ACADEMIQUE PERRIN. PARIS. 2006, pag 223 Euro 17.5 ("...La moltiplicazione dei raids borsistici obbliga a porsi la questione dell' indipendenza economica nazionale in un mondo in corso di mondializzazione. Allorché le politiche hanno per questo inventato il concetto di patriottismo economico, l'Autore propone una riflessione fondata sulle idee di Colbert alfine di precisare i limiti delle ristrutturazioni industriali transfrontaliere ...").

9.  SPINOZA Benedictus de a cura di TOTARO Pina, Tractatus theologico-politicus - Trattato teologico-politico. BIBLIOPOLIS. NAPOLI. 2008, pag XLVI 750 sip, traduzione di TOTARO Pina, recensione di GREGORY Tullio ("...la stretta connessione fra le due sezioni del  "Trattato teologico - politico"  è evidente, come nel Leviatano, e opportunamente  Pina Totaro sviluppa un ampio commento sui primi capitoli  dell'opera spinoziana (come sui successivi) mettendo in evidenza le fonti fra le quali emergono, sempre citati, Giuseppe Flavio, Maimonide e Ibn Ezra...").

10.  SUTHERLAND Donald M.G., Rivoluzione e controrivoluzione. La Francia dal 1789 al 1815. IL MULINO. BOLOGNA. 2001 ed orig 1983, pag 518 euro 28,92, letture consigliate indice dei nomi, recensione di Dino CARPANETTO ("...Il filo conduttore dell' opera è nell'idea che la dinamica della Rivoluzione non può essere compresa senza la misura del moto opposto della controrivoluzione, in una lettura che non disdegna di considerare l' importanza talora decisiva della ''forza delle circostanze''. Proprio l' attenzione alle controrivoluzioni contribuisce ad arricchire il quadro complessivo (necessariamente lacunoso in alcune parti, come per il ciclo del Termidoro...). ...Più che alla Vandea l'attenzione è fissata alle sanguinose rivolte del Mezzogiorno che confluirono nella chouannerie, il movimento contadino armato che esplose nell'anno II...").

11. TEEPLE Gary, La globalisation du monde et le déclin du réformisme social. LES PRESSES DE L' UNIVERSITE' LAVAL. QUEBEC. 2004, pag 317 sip,  recensione di UBBIALI Georges ("...La politica liberistica altro non sarebbe che il versante sovrastrutturale e ideologico delle trasformazioni dei modi di produzione. A fronte di questo processo, partiti di sinistra e sindacati, tradizionalmente forze di resistenza contro questi processi, si sono trovati in una posizione di debolezza, attaccati com'erano al loro spazio nazionale...").

12. VERLUISE Pierre  a cura, Une nouvelle Europe: comprendre une révolution politique. KARTHALA. PARIS. 2006, pag 307 Euro 25, bibliografia prefazione di Francois GERE'; Collection: Tropiques ("...Il presidente dell' Institut français d'analyse stratégique, François GERE', nella sua prefazione, dice che il merito di questo libro sta nel fatto che VERLUISE ha scelto degli interlocutori sul campo, che sono "spectateurs engagés" secondo la formula di ARON. Si tratta in effetti di una raccolta di saggi e di interviste con esperti francesi e internazionali di geopolitiche sugli equilibri geostrategici in Europa dopo la fine della guerra fredda, la costruzione dell' Unione Europea, l' impatto del successivo allargamento, il peso degli Stati Uniti e della Russia sulla scena internazionale ecc. ...").

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
4. Selezione dei libri rari, antichi, di pregio acquisiti in Biblioteca.

1.  DE-AMICIS Edmondo, Lotte civili. Bozzetti sociali. CASA EDITRICE MADELLA. SESTO SAN GIOVANNI. 1915 pag 221 16°  prefazione di Carlo MONTICELLI. ("..."ll movimento attuale somiglia allo sfacelo del secolo passato, quando una società intera si precipitò nell' ignoto per stanchezza o per orrore di vivere sotto le rovine di un mondo morto". E non è il giudizio di un Marxista fanatico: è del visconte ed accademico De Voguè, una delle menti più profonde e più serene della Francia...").                                                            

2.  LENIN V.I., Karl Marx et sa doctrine. EDITIONS SOCIALES. PARIS. 1946 pag 61 8°  nota dell' editore note.  ("...La dialectique de l' histoire est telle que la victorie du marxisme en matiére de théorie oblige ses ennemis à 'se déguiser' en marxistes...").

3.  MINGHETTI Marco, La convenzione di settembre (Un capitolo dei miei ricordi). DITTA NICOLA ZANICHELLI. BOLOGNA. 1899 pag 307 8°  Pubblicato a cura del Principe di Camporeale.  ("...Mentre queste cose si trattavano a Parigi, il Consiglio dei ministri, presupponendo che il Re s' indurrebbe ad accettare, discuteva qual sarebbe la città che si dovrebbe proporgli come temporanea capitale in luogo di Torino. Stavano per Napoli le ragioni politiche. Ivi erano le maggiori necessità di sicurezza pubblica, ivi il nuovo ordine di cose aveva recato più offese agli interessi. Molte industrie avevano sofferto, o s'erano spente, cessata la protezione che prima loro porgevano le alte tariffe. Le ferrovie adriatiche avevano, per dir così, staccato da quella città tutto il versante adriatico, che oggi commerciava direttamente coll' alta Italia. Inoltre l' amor proprio di quei cittadini s' adombrava di una specie di trascuratezza e di dispregio, falso o vero che fosse, dei popoli subalpini...").

Lista completa in:
v. http://www.isc-studyofcapitalism.org

----------
5. Dall' archivio delle citazioni:

1.  "Il cambiamento di un' epoca storica si può definire sempre dal progresso femminile verso la libertà perché qui, nel rapporto della donna con l' uomo, del debole col forte, appare nel modo più evidente la vittoria della natura umana sulla brutalità. Il grado dell' emancipazione femminile è la misura naturale dell' emancipazione universale." (C. Fourier)

2. "Considerate quel che avete nella più piccola biblioteca scelta. Una compagnia dei più saggi e arguti uomini che si potrebbero andare a pescare da tutti i paesi civili in mille anni, e che han messo nell'ordine migliore i risultati delle loro esperienze e della loro saggezza. Quegli uomini, di per sé, erano nascosti e inaccessibili, solitari, insofferenti alle interruzioni, circondati da recinti di etichetta; ma il pensiero che essi non svelarono al loro più intimo amico è scritto qui in parole chiare e trasparenti a noi, stranieri di un'altra epoca."  (Ralph Waldo Emerson)

3.  "Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspettavi." (Eraclito da Efeso)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
C. Comunicazioni e notizie varie.

L' Emeroteca mette a disposizione alla libera consultazione dei ricercatori i principali settimanali politici ed economici internazionali. A richiesta può fornire l' indice della rivista o l'articolo che interessa nel formato scanner (free on demand).

Per informazioni scrivere a:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

Cerca nel sito

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB