spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow News arrow Il salotto di Raffaele Mattioli alla Comit
Il salotto di Raffaele Mattioli alla Comit PDF Stampa E-mail
SCALFARI Eugenio, Racconto autobiografico. EINAUDI. TORINO. 2014 pag 119 8°  profilo biografico autore. ['Vedevo spesso Mattioli. M'aveva preso in simpatia e sovente andavo a trovarlo quando, dopo le sette della sera, teneva salotto nel suo ufficio alla Comit, al secondo piano del palazzo che dà su piazza della Scala. Abitualmente si incontravano a chiusura di giornata Adolfo Tino, Franco Cingano, Carlo Bombieri, Leo Valiani, Sergio Solmi; molti altri amici, che non risiedevano a Milano ma vi passavano spesso, partecipavano immancabilmente a quel molto divertente salotto. Ci venivano Ugo La Malfa, Bruno Visentini, Elena Croce, l'editore Ricciardi. Una volta mi capitò di incontrarvi Piero Sraffa, il celebre economista che insegnava e viveva a Cambridge. Ho usato l'aggettivo «divertenti» per definire quegli incontri perché erano in realtà uno «show» che durava fino alle otto e mezzo e di cui il protagonista era lui, don Raffaele. Brillante, caustico, curioso, con un lessico molto sboccato e una naturale simpatia. A me ricordava nel volto e nelle movenze Maurice Chevalier, un celebre attore del cinema e del teatro francese. Una volta glielo dissi, ci rise su ma capii che gli avevo fatto molto piacere' (pag 46-47)] [ISC Newsletter N° 93] ISCNS93TEC [Visit the 'News' of the website: www.isc-studyofcapitalism.org]
  

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

Cerca nel sito

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB