spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow Multimedia arrow Messico-Usa: i rapporti economici industriali tra i due paesi si sono intensificati
Messico-Usa: i rapporti economici industriali tra i due paesi si sono intensificati PDF Stampa E-mail
SELEE Andrew, Vanishing Frontiers: The Forces Driving Mexico and the United States Together. PUBLICAFFAIRS. NEW YORK. 2018 pag 336  $ 23.99. ['Trump ha vinto le elezioni dicendo agli elettori che il Messico mandava negli USA le persone "peggiori" e che il commercio fra i due paesi danneggiava i lavoratori americani. Molti prevedevano che la sua vittoria avrebbe portato a cambiamenti drastici nei rapporti fra i due paesi. Ma nel 2017 il commercio bilaterale è cresciuto e la cooperazione relativa alle sicurezza è continuata. L'autore sostiene che i rapporti fra i due paesi si sono intensificati e racconta delle due città gemelle situate alla frontiera: Tijuana (Messico) e San Diego (California) che elaborano insieme i loro piani di sviluppo. Un nuovo ponte finanziato con capitali privati che oltrepassa il muro e consente agli abitanti di San Diego di arrivare all'aeroporto di Tijuana, è il simbolo della collaborazione fra le due città. Sono le forze economiche che legano i due paesi e si tratta di forze irresistibili. Le società americane in cerca di forza lavoro diligente ed a basso costo, attirano i migranti messicani o aprono fabbriche in Messico. I prodotti vengono sempre più spesso realizzati in entrambi i paesi ed alcuni, durante il processo di produzione, passano più volte da una parte all'altra del confine. Un tempo Tijuana era un centro di fabbriche con operai a bassa qualificazione e adesso vanta molti lavoratori istruiti con  buoni posti di lavoro. Contemporaneamente le agenzie per la sicurezza lavorano insieme per contrastare il racket della droga. Quello che Trump considerava un gioco a somma zero, è in effetti una situazione vantaggiosa per tutti. In questa storia di rafforzamento dei legami, i principali protagonisti sono i "border-hoppers" che erano 3 milioni nel 1962 e oggi sono saliti a 36 milioni. Mentre un tempo i messicani andavano al nord per fare lavori agricoli stagionali prima di tornare a casa, adesso intere famiglie arrivano e mettono radici. L'autore è presidente di Migration Policy Institute, un think-tank di Washington. Ha scritto: "What Should Think Tanks Do?: A Strategic Guide to Policy Impact" (2013), "Decentralization, Democratization, and Informal Power in Mexico" (2011)] [Bibliografia ISC A-4]
  
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

Cerca nel sito

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB